Assistente di Studio Odontoiatrico (ASO): come avere maggiori possibilità di lavoro?

Indice dell'articolo

L’Assistente di Studio Odontoiatrico (ASO) solo recentemente è stata riconosciuta come una professione a tutti gli effetti. Questo comporta l‘obbligo di qualifica ed aggiornamento. Attualmente, nel settore odontoiatrico, c’è richiesta di ASO con qualifica. L’obiettivo di questo articolo è fornire alcuni consigli a tutti coloro che svolgono la professione di ASO o che ambiscono a svolgerla su come rendere il proprio profilo professionale più attrattivo sul lavoro.

La base da cui partire: il Curriculum Vitae (CV)

Il curriculum vitae (CV) è una presentazione a tutto tondo: come professionista e come persona.

Per questo motivo è importante inserire nel CV le proprie attitudini personali, le cosiddette soft skills. E’ importante inserire alcuni elementi distintivi che possano aiutare chi legge il CV a farsi un’idea della persona che questo rappresenta.

Nel CV vanno inserite, ovviamente, le competenze professionali, le esperienze lavorative pregresse e la formazione.

E’ importante inserire tutto ciò che può essere utile a capire il livello professionale e cosa si è operativamente in grado di fare.

Per quanto riguarda, quindi, la formazione e le competenze professionali di un professionista ASO è importante segnalare se si è in possesso della qualifica professionale e le abilità acquisite grazie ai corsi di aggiornamento professionale spendibili sul lavoro.

L’insieme delle abilità tecniche e delle soft skills rendono un profilo di maggiore rilievo e lo distinguono dagli altri.

I social: una vetrina da curare

I social sono una vetrina: possono incuriosire ed attrare i potenziali datori di lavoro, ma anche farli scappare!

Dobbiamo pensare al profilo social come ad una vetrina costante, quindi, ogni volta che si pubblica qualcosa, bisogna chiedersi se è coerente con l’immagine di sé e come professionista ASO che si vuole trasmettere ad un potenziale datore di lavoro.

In quest’ottica, bisogna valutare anche di fare una “pulizia” del proprio profilo! Meglio tenere visibili solamente i contenuti che possono essere utili a creare l’immagine di sé che si vuole trasmettere.

Ricordiamo infine che ogni social ha il suo contesto ed il suo linguaggio: se Facebook è più amichevole e discorsivo, Instagram punta molto più sull’impatto visivo che sulle parole, mentre LinkedIn è un grande palco da cui poter mettere in luce i propri interessi professionali.

L’importanza del networking

Tenere un tessuto di valide relazioni sociali e professionali può essere molto utile per avere più sbocchi e maggiore mobilità lavorativa.

Per costruire relazioni può essere molto importante partecipare a corsi di formazione nei quali si mettono in contatto ASO ed odontoiatri, ma anche corsi di aggiornamento che accrescano le competenze da inserire nel CV e di cui parlare nei social.

Inoltre può essere importante partecipare anche alle fiere di settore, dove scoprire le future tendenze del settore e stringere relazioni lavorative.

Scopri le nostre proposte per i professionisti ASO

Assistente di Studio Odontoiatrico (ASO): come avere maggiori possibilità di lavoro? - Ultima modifica: 2022-07-26T14:52:45+02:00 da Letizia Vincentelli

Articoli
correlati

Se stai leggendo questo articolo è perché, come tanti,…
Il nuovo profilo ASO, Assistente di Studio Odontoiatrico, ufficialmente riconosciuto…
Con la nuova normativa, l’Assistente di Studio Odontoiatrico ha…