Chat with us, powered by LiveChat

Quando parliamo di storytelling solitamente si pensa ad una storia raccontata attraverso delle parole o delle immagini. Ma esistono altri modi di costruire una storia?
Certamente si! Il profumo è uno di questi! Infatti anche il profumo deve essere considerato come un linguaggio che viene codificato attraverso l’olfatto, insomma una via alternativa di storytelling!

Lo storytelling e il profumo

Come un esperto scrittore, un esperto profumiere è in grado di raccontare storie, trasformando le parole in odori.
Il profumo è dotato di una tale forza che è in grado di rievocare anche esperienze passate ed atmosfere lontane.

Un profumo è composto da moltissime materie prime ognuna delle quali esprime un concetto diverso; tutte insieme raccontano una storia, possono descrivere un mood, dei valori, un luogo, una persona, possono suscitare sentimenti, farci rilassare o esprimere sensualità o dolcezza… parlano linguaggi differenti a seconda anche di come sono miscelate tra loro.

Chiaro quindi che possono essere di grande aiuto al marketing nel caso proprio dello storytelling di un brand o di un concetto o ancora possono raccontare di donne differenti: Chanel numero 5 racconta di una donna sensuale e spontanea come Marilyn, il nuovo Chanel 5 l’eau racconta invece di una donna giovane e dalle mille sfaccettature come Lily-Rose Deep.

Claudia Scattolini, Docente presso la Scuola di Profumeria

Storytelling “olfattivo” e marketing

Nel marketing, però, purtroppo ancora non si fa molto uso del profumo come via di storytelling, sebbene il senso dell’olfatto sia il meno influenzato a livello razionale. Per di più l’odore viene ricordato maggiormente rispetto alle immagini.
I profumi, avendo una carica emotiva fortissima, portano le persone a rievocare inconsciamente situazioni passate.

Quindi il profumo può influenzare maggiormente il consumatore durante la fase d’acquisto in un negozio, aumentando così le probabilità che quella persona compri.
Questo avviene perché un buon profumo può attivare dei buoni ricordi e influenza il consumatore nel pensare che il prodotto intriso di quel profumo sia di più alta qualità.

Storytelling, profumo ed unicità

Quindi le aziende dovrebbero associare ai prodotti dei profumi così da farli percepire più positivamente e possono così creare una connessione tra un certo profumo e un certo prodotto. Ma per essere efficaci, si deve capire quali profumi è meglio abbinare al prodotto in base al target e per questo è necessario che ci siano degli esperti profumieri che possano fornire delle strategie efficaci.

Il profumo rappresenta quindi per le aziende un modo alternativo di raccontare e raccontarsi, non più direttamente per immagini, ma tramite l’evocazione delle immagini più intime che una fragranza richiama in ciascuno di noi.
Come abbiamo detto saper raccontare è un’arte, così come comporre un profumo… allora perché non raccontare attraverso il profumo?

Scopri di più sul mondo della profumeria

Ti interessa il mondo della profumeria e vorresti diventare un professionista del settore?

Scopri il corso “Dalle materie prime alle fragranze” cliccando sul pulsante qui sotto!