Chat with us, powered by LiveChat

Se stai leggendo questo articolo è perché, come tanti, ti stai chiedendo l’ammontare dello stipendio dell’assistente di studio odontoiatrico. Stai cercando lavoro oppure operi già nel settore dentale e vuoi capire se il tuo compenso è commisurato alla tua professionalità? Proviamo a rispondere al quesito.

Proroga di un anno della qualifica ASO

Lo scorso maggio, in pieno lockdown dovuto all’emergenza sanitaria Covid-19, è stato prorogato di un anno (aprile 2021) il termine per l’assunzione del personale con qualifica ASO. Quindi c’è più tempo per conseguire l’attestato di qualifica e proporsi in maniera più competitiva sul mercato del lavoro. Si, perché  il riconoscimento della figura professionale dell’ASO ha contribuito a valorizzare il ruolo dell’assistente, ma non solo: la qualifica offre anche maggiori possibilità a livello retributivo, vediamo perchè. 

Quanto guadagna un ASO: stipendio medio

Lo stipendio medio dell’assistente di studio odontoiatrico, come per tutti gli altri lavori dipendente ed è commisurato in primis al livello di esperienza. Il CCNL (Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro) prevede una paga di 1450€ al mese per le assistenti di studio odontoiatrico inquadrate al 4° livello contrattuale, fino ad arrivare a circa 1600€ al mese per le assistenti di studio odontoiatrico inquadrate al 2° livello.

Da quanto riportato si deduce quanto l’esperienza sia importante, ma dobbiamo tenere presente che anche la formazione può giocare un ruolo fondamentale nella contrattazione individuale, apportando motivazioni concrete sulle base delle quali puntare per condizioni salariali maggiori. 

E’ infatti intuibile come un ASO aggiornato e formato possa apportare un maggior valore allo studio odontoiatrico rispetto ad un collega con un livello inferiore di conoscenze in termini di formazione ed aggiornamento (quello vero, sui temi utili allo studio). Formazione ed aggiornamento di qualità possono essere, quindi, come è facile intuire, quei plus apprezzati e più facilmente riconosciuti quando si tratta di un maggiore livello salariale.

Il Contratto Nazionale prevede due livelli di inquadramento per l’ASO (a seconda delle sue competenze) e due livelli di contrattazione (uno nazionale ed uno territoriale).

Vediamo ora i due livelli di inquadramento previsti dal Contratto Nazionale.

Contratto Nazionale: livelli di inquadramento

Nel contratto sottoscritto da SIASO nel 2018,  l’ASO è definito come dipendente dello studio odontoiatrico di 2° livello nel caso in cui:

Appartengono a questo livello gli addetti specializzati che, alle strette dipendenze del dentista, svolgono mansioni o funzioni di coordinamento in tema di organizzazione dello studio così significativi margini di autonomia.

Tali lavoratori hanno l’obbligo di formazione continua (almeno 10 ore l’anno) nelle tematiche riguardanti la loro professione, così come previste livelli tre, 4: e 4 S; che siano impossessa dei titoli abilitanti riconosciuti e di certificazione delle competenze acquisite rilasciata da ente qualificato e accreditato in uno o più campi delle mansioni dei livelli precedenti acquisendo un alto profilo professionale specialistico.

Nel medesimo contratto l’ASO è definito come dipendente di 4° livello nel caso in cui:

Assistenti di studio odontoiatrico che hanno competenze comunque acquisite, di preparazione dell’area di intervento clinico e di assistenza durante l’esecuzione della prestazione del dentista, e che siano in possesso del titolo sostitutivo acquisito da un ente certificato e accreditato, partecipino almeno 10 ore di formazione continua/anno.

In particolare preparazione e manipolazione e stoccaggio dei materiali dentali; a capo riordino disinfezione sterilizzazione preparazione;
manutenzione e pulizia del piccolo e grosso strumentario delle attrezzature; manutenzione decorosa di tutte le aree dello studio; di contaminazione disinfezione degli ambienti di lavoro…

Contratto Nazionale e livelli di contrattazione: territoriale ed aziendale

Secondo quanto riportato dal CCNL sono previsti due livelli di contrattazione. Il primo livello è quello nazionale, rappresentato dal CCNL stesso, ma è previsto anche un secondo livello, ovvero quello territoriale o aziendale, ovvero la contrattazione territoriale o diretta con il titolare/azienda. A tal proposito, questo livello di contrattazione (quella più diretta) è:

Destinato ad introdurre o consolidare impianti retributivi più avanzati, che permettono di muovere la trattativa in ragione del contesto socio economico, della produttività e delle diverse situazioni aziendali… Mirata ad adeguare e proporzionare le retribuzioni alle diverse situazioni in cui le aziende si trovano ad operare, dove è possibile misurare effettivamente la produttività, la competitività, la dinamica del rapporto di lavoro, le esigenze di flessibilità…

Anche da questi punti possiamo dedurre come le competenze e la formazione siano importanti per l’ASO per salire di livello salariale.

Infatti, il datore di lavoro può decidere di non seguire esattamente quanto prescritto dal CCNL, purché preveda condizioni di maggior favore per l’ASO rispetto quanto stabilito a livello nazionale.

Questo significa che un datore di lavoro può decidere di dare un salario maggiore al proprio ASO in virtù delle sue competenze e della sua formazione, rispetto a quanto stabilito per CCNL.

Inoltre la formazione è importante per l’ASO per crescere di livello: nel caso in cui parta da un inquadramento di 4° livello, la formazione e l’aggiornamento su temi utili allo sviluppo delle competenze dell’ASO sono una via di crescita verso il 2° livello di inquadramento, con conseguente crescita di retribuzione.

I nostri corsi di aggiornamento ASO

Vuoi aggiornarti ed accrescere le tue competenze? Scopri i nostri corsi di aggiornamento ASO online e componi il tuo pacchetto. Per sapere di più clicca sul pulsante qui sotto!