Chat with us, powered by LiveChat

Problemi posturali: e se fosse l’occlusione?

Sempre più spesso agli specialisti capitano casi di pazienti che lamentano dolori o problemi che sembrerebbero, in un primo momento, di natura prettamente posturale, ma siamo proprio sicuri che sia cosi? L’odontoiatra con le giuste conoscenze può essere la chiave per la risoluzione di problemi posturali che, in realtà, hanno proprio origine nell’occlusione. Faremo una panoramica negli insegnamenti del Dottor P. Umberto Martino (qui l’intervista) per capire meglio la relazione tra occlusione e problemi posturali.

Come è possibile che ci sia una relazione tra occlusione e postura

 

Molto spesso capita di visitare pazienti che arrivano nel tuo studio alla ricerca di una soluzione al loro problema complesso, problema che non sono riusciti a risolvere altrove. In tal caso è essenziale avere un approccio al paziente che preveda il maggior grado possibile di approfondimento nella valutazione.

Questo step è essenziale per fare in modo di non essere l’artefice dell’ennesimo tentativo di cura che non porta a nessuna soluzione. Spesso, se ci si sofferma a fare un’analisi approfondita del caso, ci si rende conto come l‘occlusione, ed i problemi ad essa legati, possano essere il nocciolo del problema del paziente.

 

Gli strumenti per capire la relazione

Per capire possibili relazioni tra occlusione e postura, quindi, individuiamo, innanzitutto, come essenziale una valutazione approfondita.

Per poter attuare questa valutazione approfondita del paziente, per captare relazioni tra occlusione e postura, è indispensabile un bagaglio di formazione che preveda una conoscenza in materia di kinesiologia e gnatologia.  Vediamole! 

La kinesiologia applicata

 

La kinesiologia applicata è una metodica molto utilizzata negli ambienti sportivi, soprattutto Oltreoceano, da club come quelli della NBA. Perchè?

Perchè la kinesiologia, metodo diagnostico prevalentemente clinico, è lo studio delle afferenze, quindi può spiegare come queste abbiano un ruolo in termini di postura. Naturalmente non devi escludere di richiedere approfondimenti con altri esami diagnostici.

Tornando sulle afferenze, la kinesiologia ci spiega come, se c’è un problema a livello di occlusione, questo si ripercuota su tutta la struttura del corpo, che trova stratagemmi di adattamento per favorire ciò che identifica come la priorità: la masticazione.

 

Gnatologia: l’importanza della masticazione

 

La masticazione è quella funzione fondamentale che il corpo deve assolutamente svolgere. Masticare è indispensabile per rispondere al bisogno primario di nutrirsi, in poche parole: sopravvivere

A tal proposito il corpo è disposto ad attuare qualsiasi strategia di adattamento pur di svolgere questa sua funzione fondamentale, anche se ciò implica cambiare il suo intero assetto posturale

Come hai visto, tutto è legato. Infatti se c’è un problema a livello di masticazione, quindi di occlusione, il corpo farà di tutto per aggirare questo problema, adattando l’intero sistema a questa variazione. Risulta chiaro che, se viene modificato l’assetto a livello mandibolare, questo si ripercuote a cascata su tutto il corpo, portando ad una ripercussione nella postura. 

 

Dopo questa panoramica è chiara l’importanza di una formazione completa ed approfondita in termini di rapporto tra occlusione e postura per non essere l’autore dell’ennesimo tentativo alla ricerca di una soluzione, bensì la chiave del successo nella guarigione del paziente.