Chat with us, powered by LiveChat
0239090440 info@accademiatn.it

Parlando di integrazioni, la donna ha delle esigenze particolari nelle diverse fasi che attraversa nel corso della vita. Una condizione che può interessare la salute della donna è rappresentata dalla sindrome dell’ovaio policistico, che interessa il 5-10% delle donne in età fertile.

Tale sindrome clinica è caratterizzata, oltre che da cisti ovariche, lieve obesità, cicli mestruali irregolari e segni di iperandroginismo, anche da insulino-resistenza il cui trattamento sembra essere l’approccio terapeutico più efficace, sebbene non esista una sicurezza di efficacia dei trattamenti convenzionali in tutti i pazienti ed il solo dimagrimento non sempre è sufficiente per invertire la situazione.

Ovaio policistico e nutraceutica

Da un punto di vista nutraceutico ci possono essere alcune sostanze di origine naturale, studiate in questo settore e che possono essere efficaci nella gestione delle pazienti affette da tale sindrome.

Il mio-inositolo, ad esempio, è un prodotto naturale, con un altissimo livello di sicurezza e molto studiato su un vasto numero di pazienti, anche in Italia, pertanto con un cluster di popolazione di tipo caucasico, riducendo così le possibilità di eventuali variabili rappresentate da dieta e stile di vita differenti. 

Il trattamento dell’insulino-resistenza nella sindrome dell’ovaio policistico

L’approccio terapeutico basato sul trattamento dell’insulino-resistenza ha mostrato miglioramenti significativi anche su altri aspetti legati alla sindrome dell’ovaio policistico, evidenziando una chiara riduzione della testosteronemia nei pazienti trattati con mio-inositolo. Abbassando il livello di testosterone si agisce di conseguenza anche su quelle manifestazioni tipiche quali regolarità del ciclo mestruale, acne ed eccesso di peluria. 

Un’alternativa al mio-inositolo è rappresentata dalla berberina, alcaloide concentrato in alcune piante medicinali. La berberina è conosciuta per lo più per la sua azione sul metabolismo lipidico e parte di tali effetti dipendono dall’azione sul metabolismo degli zuccheri e quindi sull’insulino-resistenza.

Scopri di più sulla nutraceutica per la donna

Il trattamento dell’ovaio policistico, da un punto di vista legato alla nutraceutica, come affrontato in questo articolo, è uno dei moduli del corso “La nutraceutica in rosa” di Accademia Tecniche Nuove con Docente Arrigo F. G. Cicero. Il corso ha una durata di 2 ore, è composto da videolezioni e si propone di implementare le competenze pratiche del professionista sanitario circa la sua abilità di supportare le clienti affette da alcune problematiche, particolarmente prevalenti in popolazione generale nelle varie fasce di età, con un counseling relativo all’impiego di integratori alimentari finalizzati.

Scopri il corso “La nutraceutica in rosa”