Chat with us, powered by LiveChat

ECM: i vantaggi della formazione

La formazione ECM è un obbligo, ma porta con sé dei vantaggi a livello professionale. Vediamo insieme quali sono e perché assolvere l’obbligo ECM può essere un piacevole percorso.  

SI SCRIVE ECM

Il sistema ECM è lo strumento per garantire la formazione continua con lo scopo di migliorare le competenze e le abilità cliniche, tecniche e manageriali del professionista.

Questo con l’obiettivo di assicurare efficacia, sicurezza ed efficienza all’assistenza prestata dal Servizio Sanitario Nazionale ai cittadini.

Gli ECM vengono calcolati in crediti. I crediti rappresentano quindi il criterio con cui viene valutata la formazione continua in campo medico del professionista, utile al miglioramento nella sua area di azione. 

Attualmente, l’obbligo minimo di aggiornamento triennale stabilito dalla vigente normativa ECM, è di 150 crediti.

Considerando che 1 credito ECM corrisponde in media ad 1 ora di formazione, sono richieste 150 ore di formazione nei tre anni, 50 ECM/ore di formazione ogni anno.

Per approfondire la normativa ECM clicca qui

 

SI LEGGE…

1) PROFESSIONALITÀ

ECM – Educazione Continua in Medicina – è un acronimo che troppo spesso è associato al concetto dei crediti, ma ECM è sinonimo di una professionalità aggiornata, grazie al programma formativo che l’operatore sanitario costruisce nell’arco di un triennio.

È il naturale proseguo di un percorso che, sin dai tempi dell’università, ha portato ad essere professionisti; il modo migliore per focalizzarsi su corsi di aggiornamento di qualità, come quella che quotidianamente si applica nella cura del paziente.

 

2) CURA PER IL PAZIENTE

Lo conferma Agenas: “I professionisti sanitari hanno l’obbligo deontologico di mettere in pratica le nuove conoscenze e competenze per offrire una assistenza qualitativamente utile. Prendersi, quindi, cura dei propri pazienti con competenze aggiornate, senza conflitti di interesse, in modo da poter essere un buon professionista della sanità.”

Le conoscenze dei professionisti sono certamente consolidate e frutto di anni di studio ed esperienza, la ricerca nel settore sanitario tuttavia apre ogni anno nuovi scenari, protocolli e metodologie: per questo è fondamentale essere al passo coi tempi, per continuare a seguire i pazienti in modo ottimale.

 

 

 

3) TUTELA PER IL PROFESSIONISTA

Per il professionista sanitario l’aggiornamento ECM costituisce  la certificazione delle proprie competenze non solo nei confronti dei pazienti, ma anche della legge.

Un ulteriore motivo per scegliere corsi di formazione accreditati è infatti la tutela del professionista stesso: è di aprile 2019 la notizia per cui la Commissione Esercenti Arti e Professioni sanitarie (CCEPS) ha confermato in secondo grado la sospensione stabilita dal CAO di Aosta a carico di un odontoiatra inadempiente con l’obbligo ECM.

A denunciarlo è stato un paziente, vittima di operazioni male eseguite, la cui accusa è stata comprovata dal mancato aggiornamento professionale dell’odontoiatria valdostano.

In questa occasione ricordiamo Fausto Fiorile, presidente dell’Associazione Italiana Odontoiatri (AIO) che così aveva commentato: «Il messaggio deve essere chiaro: chi non si forma costantemente non può definirsi un buon medico».

 

4) AGGIORNAMENTO UTILE

Nel raggiungere i 150 ECM di un triennio, la scelta dei corsi è un passaggio fondamentale: occorre ottenere dei crediti attraverso una formazione davvero utile, specifica e focalizzata sulle reali esigenze lavorative.

L’aggiornamento ECM non va considerato una semplice “raccolta punti” e la scelta di un corso non può basarsi su un banale rapporto prezzo/crediti, spesso con argomenti troppo generalisti e lontani dalla realtà clinica.

Se la normativa determina chiaramente cosa occorre fare (aggiornarsi per assolvere al debito formativo triennale), spetta poi al discente decidere come farlo; sta quindi alla sua maturità ed etica professionale propendere per qualcosa di davvero utile ed attuale.

Per questo, nei nostri corsi abbiamo proprio l’obiettivo di offrire un aggiornamento utile, che renda la formazione un piacevole dovere.

 

5) RISPETTO DEL TEMPO

Pur avendo tutti i buoni propositi, sappiamo che per un professionista il tempo a disposizione è oggi sempre meno.

Frequentare corsi ECM in aula, oppure partecipare a convegni che rilasciano crediti, è certamente una valida forma di aggiornamento. Tuttavia, queste opzioni si caratterizzano negativamente per due fattori: elevati costi e necessità di sottrarre ore/giorni a svantaggio del tempo libero.

I nostri corsi ECM erogati interamente online, puntano al  rispetto del tempo. Per parteciparvi non è infatti necessario sostenere alcun costo per gli spostamenti e non richiedono di sottrarre giornate lavorative per le trasferte, perchè i contenuti sono accessibili h24 e 7 giorni su 7.

 

 

Guarda la nostra selezione di corsi cliccando sui pulsanti qui sotto, fino al 1° novembre puoi approfittare del 50% di sconto sulla quota di iscrizione.

Si scrive ECM, si legge… stessa qualità ad un prezzo vantaggioso. Approfittane ora!