Covid 19 e manifestazioni cutanee nel paziente pediatrico

Indice dell'articolo

Nonostante le manifestazioni cliniche (tosse, febbre, senso di stanchezza e anomalie caratteristiche alla TC torace) e i fattori di rischio (patologie croniche, età avanzata, fumo) siano noti, l’esatto meccanismo alla base dell’eccessiva risposta immunologica non è ancora del tutto elucidato; nello specifico, come il virus sia in grado di indurre una vera e propria “tempesta citochinica”.

Sebbene le manifestazioni polmonari siano state le prime ad essere identificate e, soprattutto nei casi di polmonite severa, quelle con prognosi peggiore, già nei primi tempi della pandemia si è assistito ad un rapido aumento dei report circa le manifestazioni sistemiche associate all’infezione, con coinvolgimento multiorgano e tra questi, la cute.

La cute, così come le mucose, presentano frequentemente lesioni causate da infezioni virali (si pensi alla varicella, al morbillo, o le infezioni erpetiche). Tali lesioni possono essere frutto di localizzazione primaria del virus a livello cutaneo oppure presentarsi in seguito ad una reazione immuno-mediata generalizzata nei confronti del virus.

Nello specifico dell’infezione da SARS-CoV-2, le varie manifestazioni cutanee possono essere il frutto di due meccanismi: interazione del virus con la cute, attraverso il recettore ACE2 localizzato in corrispondenza dello strato basale dell’epidermide oppure una risposta immunologica di tipo iper-reattivo, con attivazione del complemento e danno micro vascolare.

Covid-19 e coinvolgimento cutaneo in età pediatrica

L’infezione da SARS-CoV-2 nella popolazione pediatrica differisce molto da quella adulta, sia in termini di presentaizone clinica che di prognosi, così come il coinvolgimento cutaneo.

La manifestazione cutanea più frequente è quella degli pseudo-geloni (pseudo-chilblain), seguita da eritema multiforme (EM) e la cosiddetta “paediatric inflammatory multisystem syndrome temporally associated with SARS-CoV-2 (PIMS-TS)”, che presenta segni e sintomi simili sia alla malattia di Kawasaki che alla sindrome da shock tossico.

Per approfondire il tema delle principali manifestazioni cutanee correlate all’infezione da Covid-19 nei pazienti pediatrici abbiamo preparato un’infografica gratuita dedicata.

Articolo tratto dal modulo 1 del corso “Dermatologia: aspetti particolari cutanei”, di Antonella Tammaro, Gabriella Fabbrocini, Martina Silvestri, Norma Cameli, Maddalena Napolitano, accreditato per 12 ECM.

Covid 19 e manifestazioni cutanee nel paziente pediatrico - Ultima modifica: 2022-06-10T15:21:54+02:00 da Letizia Vincentelli

Articoli
correlati