Chat with us, powered by LiveChat

Nuova classificazione delle malattie parodontali e peri-implantari: quali gruppi?

Visti gli aggiornamenti nella classificazione delle malattie parodontali e peri-implantari è opportuno fare chiarezza. Avere un quadro completo permette di poter riconoscere ed agire al meglio nella terapia. Proprio a questo aspetto è dedicato il nostro corso “Terapia parodontale e aspetti interduisciplinari”, (responsabile scientifico: Prof. Giulio Rasperini) accreditato per 18 ECM. Vediamo di seguito la nuova classificazione, tratta dal nostro corso. 

GRUPPO 1: SALUTE PARODONTALE, MALATTIE E CONDIZIONI PATOLOGICHE GENGIVALI 

Nella quasi totalità della popolazione possiamo rilevare zone con arrossamento gengivale e sanguinamento al sondaggio e, se esaminassimo al microscopio campioni gengivali prelevati in quelle sedi, vedremmo un’infezione batterica accompagnata da infiltrato infiammatorio più o meno accentuato. 

La situazione si complica ulteriormente quando valutiamo pazienti che hanno perso supporto osseo per motivi non parodontali o pazienti parodontali trattati con successo.

Il paziente affetto da gengivite può essere a rischio di divenire un paziente con parodontite.

Se viene tuttavia trattato con successo è possibile parlare di caso stabile di salute parodontale in un paziente parodontale.

Se, invece, il paziente continua a mostrare segni di infiammazione gengivale, dovremo parlare di caso con infiammazione gengivale in un paziente parodontale.

Se infine il paziente sviluppa nuove lesioni parodontali, si parlerà di caso instabile di parodontite ricorrente in un paziente parodontale.

 

GRUPPO 2: LE PARODONTITI

Nella nuova classificazione le parodontiti sono distinte in tre sottogruppi:

– Le malattie parodontali necrotizzante;

– La parodontite;

– Le parodontiti come manifestazioni di malattie sistemiche.

Il primo e l’ultimo gruppo non hanno subito variazioni sostanziali rispetto alla precedente classificazione. 

La novità più importante di questa nuova classificazione è quindi la parodontite.
In questa nuova classificazione, questa malattia viene a perdere la sottoclassificazione tra parodontite cronica e parodontite aggressiva.

La malattia è sottoclassificata in base a severità, complessità di trattamento, estensione, velocità di progressione e fattori di rischio.

Questo sistema di identificazione degli stadi rappresenta un’importante novità per il modo di classificare la malattia parodontale.

Fino a oggi, infatti, si era abituati a valutare la severità della malattia solamente in base alla perdita di attacco clinico, quindi con una sola misura.

GRUPPO 3: ALTRE CONDIZIONI PATOLOGICHE CHE COLPISCONO IL PARODONTO

Il terzo gruppo di malattie parodontali comprende le condizioni patologiche che colpiscono il parodonto non incluse nelle due precedenti categorie.

Fanno parte di questo gruppo:

– Le malattie sistemiche o condizioni patologiche che colpiscono i tessuti parodontali di supporto;

– Gli ascessi parodontali e lesioni endo-parodontali;

Le deformità e condizioni mucogengivali;

Le forze occlusali traumatiche;

I fattori correlati al dente o alle protesi.

 

GRUPPO 4 : MALATTIE E CONDIZIONI PATOLOGICHE PERI-IMPLANTARI

Fanno parte delle malattie e delle condizioni patologiche peri-implantari:

Salute peri-implantare;

Mucosite peri-implantare;

Peri-implantite;

Mancanza di tessuti molli o duri peri-implantari.

A tal proposito è importante considerare la differenza tra la definizione di una condizione e la determinazione di quali elementi devono esistere per poter definire che un caso è affetto dalla suddetta condizione.

Pertanto è indispensabile avere un’approfondita conoscenza delle possibili condizioni a cui ci si può trovare davanti.

Per conoscere meglio questa parte della parodonologia ed avere a disposizione un ampio bagaglio di terapie è utile il nostro corso dedicato alla terapia parodontale, di cui puoi scaricare gratuitamente il primo modulo cliccando sul pulsante qui sotto. 

Terapia parodontale  Clicca e scarica il primo modulo

corso terapia parodontale